Alla ricerca della macchina perduta

Abito in una città ma il mio quartiere non è poi così grande da dovere lasciare post attacati sul frigorifero per ricordarmi dove ho posteggiato la macchina, ma il fatto accaduto ieri mi ha costretto a rivedere l'organizzazione pressapochista di cui, evidentemente, mi nutro. Di solito non guido in città, preferisco camminare, ma da un po' di tempo a questa parte sono stata costretta a usare la macchina tutti i pomeriggi (o quasi) per andare a trovare i miei genitori (avrei voluto aggiungere "anziani", ma se uno di loro ne fosse venuto a conoscenza mi sarei trovata, come minimo, diseredata) e nello specifico il mio "papi": un giovanotto di 90 anni che il 3 Ottobre ha sfondato il muro con la sua crapa, evidentemente più dura di un ariete, scivolando nella doccia. A parte il buco sulla parete, si è ritrovato con tre vertebre del collo rotte, un collare che dovrebbe sostenergli la testa e invece porta come se fosse una sciarpa di caschemire, una mutanda xxxxxxxllllll, vista la fortuna che ha avuto, e con lo spirito di Hilander addosso! Dopo tutto quello che ha passato è indubbio che per noi figlie è come un neonato e lo coccoliamo tutti i giorni con più o meno entusiasmo. E sì, perché a volte anche i neonati stressano e per quanto bene loro si voglia ci si ritrova ad avere pensieri poco mammeschi! Fortunatamente ho una sorella che vive a Genova e che insieme a me si fa carico delle mille attenzioni di cui necessita papà e con la quale condivido il bagaglio di stress che sembra aumentare ogni giorno di più! Ogni tanto abbiamo un calo di energie ma quando capita la più forte sostiene l'altra, rincuorandoci a vicenda. Nulla può fare invece per il personale calo di neuroni che inevitabilmente, con l'avanzare dell'età, pare giochino a nascondino in una delle diverse stanze buie del mio cervellino!
Solitamente rientro dalla visita al papi ad orari allucinanti in cui l'idea di trovare un posteggio è una mirabile utopia! Molto spesso sono costretta ad aspettare dentro alla macchina per 30/45 minuti, puntando come un coccodrillo la preda, nella speranza che una delle autovetture parcheggiate davanti al Dìperdì se ne vada finalmente fuori dalle palle! Non sempre la tecnica del coccodrillo funziona e quindi mi tocca fare il giro dell'oca intorno al quartiere con uno sguardo stralunato tipo Crudelia De Mont alla ricerca dei cuccioli dalmata! Dopo quattro giri cambio direzione, allontanandomi dalla zona ed è allora che  trovo sempre un posticino… beh, ovvio, chi caspita ci va a posteggiare a tre chilometri da casa sua? Questo è accaduto venerdì scorso e sono bastati tre giorni per cancellare tutto dalla mia mente. Ieri ho frugato nel vuoto totale della mia scatolina cranica e con le chiavi in mano, le borse della spesa e un inutile tentativo di barlume, ho vagato per il quartiere per tre quarti d'ora alla ricerca della macchina perduta. Ho serpeggiato lungo tutte le vie, percorrendole in entrambi i lati, ho girovagato come un barbone illudendomi, ogni volta che mi pareva di riconoscere una macchina, fosse la mia per poi riprendere sensa sosta la ricerca "matta e disperatissima". Ad un certo punto ho pure pensato che fosse stata rubata e mi era venuta la tentazione di rivolgermi alla polizia quando, folgorata da un raptus d'immagini, seppur sfuocate, le mie gambe hanno preso il comando. Costretta a seguirle, ho annusato l'aria come un segugio e dopo dieci minuti di cammino ho trovato la mia vecchia "bambina" che mi aspettava rassegnata là dove l'avevo lasciata! Ero così contenta di vederla con il suo triste color verde loden e le sue portiere rigate che le ho persino promesso che prima o poi l'avrei portata dal carrozziere. Per un attimo mi è sembrato pure che avesse scodinzolato, ma forse è stato solo un rialzo della pressione… o un calo di neurini!

Annunci

Grazie a tutti coloro che, mossi a pietà, lasceranno un messaggio! Un baciolones a tutti! Pat

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...