Ammucchiata di mobili!

Eccomi di nuovo per postare alcune foto della mia nuova situazione. Sono arrivati in contemporanea i divani, i mobili della sala e della cucina mentre dovevo smontare l’intera zona notte! Se non mi è venuto un infarto, ci è mancato poco!

Comunque abbiamo sistemato i divani della ditta Paolo Colombo (Meda) tutti in sala, compreso quello trasformato in divano letto che andrà nell’ex camera di mia figlia. Mio marito stava per essere linciato alla domanda: “Ma c’è un divano qui?”, indicando una zona vuota.

“Topo”, ho iniziato amabilmente a rispondergli, “sono due anni che disegno, penso, elaboro progetti, modifico e ridisegno, compro e spiego le mie idee e ora che le sto mettendo finalmente in pratica tu mi chiedi se qui c’è un divanooooo?” Il tono, via via che le parole si susseguivano diventava sempre più acuto fino a far vibrare i vetri delle finestre.

Ma a chi caspita ho parlato e spiegato tutto quello che aveva partorito la mia testolina fino ad oggi?

Gli uomini sono così, o almeno certi uomini, e il mio fa parte di quei “certi”: prendere o lasciare…lasciare non lascio e quindi io me lo tengo così e a lui lascerò il dubbio dei divani!

PICT0510

PICT0511

Questo mobile è una new entry, appena acquistato al brocante di Jais de Robert a Grimaud, un mercato ricco di tesori tutti da scoprire per chi ama questo genere di cose che si svolge ogni domenica mattina. Me ne sono subito innamorata e dopo aver contrattato un po’ sul prezzo, prese le misure del bagagliaio, ce lo siamo portato a Genova. Meno male che è entrato!

PICT0512

E questa credenza bassa è stata comprata un anno fa da un rigattiere a Vernante, vicino a Limone Piemonte, dove ho già acquistato diversi pezzi per la mia casa a Ventimiglia. Era perfetta per quella lunga parete e la mia intenzione sarebbe di dipingerla, ma aspetto che ci sia pure il mio tavolo di marmo prima di metterci le mani. Pazienza, Patrizia, porta ancora pazienza!

PICT0513

PICT0515

Le colonne devo ancora essere ricoperte dagli spaccatelli di travertino, non vedo l’ora di vedere il risultato finale.

PICT0533

PICT0534

PICT0535

Ecco che casino c’è in sala: mobili, vestiti, poltrone e pure il letto di mio figlio….mi sento male!

PICT0536

PICT0537

Questo tavolo dovrebbe essere dipinto, o almeno togliergli la lucidatura: che ne dite? E’ una bella bestia di 110 cm di larghezza per 157 cm di lunghezza…ed è pure allungabile, comprato sempre a Vernante. Costo? 250 E!! Trovatemi una cosa simile all’Ikea o alla Maison du monde allo stesso prezzo e dello stesso legno massiccio! Non esiste..io adoro i rigattieri, o come li chiamo io: rottamà!

PICT0538

Un saluto da Rosy!

PICT0539

E pure da Matteo!

Annunci

E le foto continuano…

PICT0536

Il mobile del bagno, top in travertino noce!

PICT0538

Apertura finestra nel living!

PICT0539

Cucina!!

PICT0540

PICT0541

PICT0542

Qui ci sarà la dinette!

PICT0544

Finalmente potrò mangiare in terrazza!

PICT0545

Cucina comprata da Habitat Bargagli: è un amore, very shabby!

PICT0546

PICT0547

Avanti ingresso del bagno dove sulla parete destra ci sarà un grande armadio a specchio. Peccato non sia ancora arrivata la porta a specchietti…non vedo l’ora!

PICT0548

PICT0549

E nella nicchia dove ci sarà sopra il ripiano in travertino noce, ci saranno due mensole per ospitare qualche oggetto da porre in primo piano.

Extreme makeover Iachino’s home edition continua…

Un baciolones a todos! I lavori della casa procedono a vele spiegate, mentre sono ancora qui a postare le immagini “ormai vecchie”.

PICT0556

Ecco la famosa curva dell’ingresso finalmente abbattuta. Quella parete verde era la tappezzeria dell’ingresso della mia nonna…che emozione rivederla e scoprire che i ricordi riaffiorano, commuovono e rimangono nel cuore. Ne ho strappato un pezzetto prima che i muratori la cancellassero nuovamente. Che ci volete fare, sono una romantica!

PICT0557

Ed ecco cosa mi aspettavo: le due ante a specchio, che tra l’altro dovrò cambiare perché me le avevano incollate male e sono saltate fuori delle macchie, che nascondono un appendiabiti.

PICT0558

E qui si vede la forma del muro a curva abbattuto, portando alla luce un altro ricordo: la graniglia dell’ingresso della nonna! Non potendo staccarne un pezzetto, l’ho immortalato con una foto! Spero tanto che la nonna sia orgogliosa di me e di come sto trasformando il suo appartamento di cui era innamorata!

PICT0559

E se non sto attenta… c’è Max che controlla che tutto sia eseguito a regola d’arte! Ih, ih, ih!

Ma quante macerie…

a href=”https://scribacchiandoliberamente.files.wordpress.com/2013/04/pict0619.jpg”>PICT0619

Cofane e cofane di mattoni che vanno e vengono, colmano le stanze vuote e poi magicamente spariscono.

PICT0620<

Tutto questo casino accade mentre me no tranquillamente nella zona notte, adibita a miniappartamento. Questa impresa è incredibile. I ragazzi sono silenziosi, educatissimi e veloci. Eseguono il proprio lavoro indicato dal Geom. Roberto Riggi senza battere un ciglio, capendo alla prima. Una squadra davvero notevole per la rapidità, l’organizzazione e la pulizia!

PICT0621

Guardate come hanno lasciato la zona cucina!

PICT0622

PICT0623

Il muro del bagno dove c’era lo specchio che verrà abbattuto.

Muro abbattuto…e luce fu!!

a href=”https://scribacchiandoliberamente.files.wordpress.com/2013/04/pict0595.jpg”&gt;PICT0595

Ecco la famosa parete che non vedevo l’ora fosse abbattuta per visualizzare finalmente il risultato sperato!

PICT0598<

Ed ecco la lama di luce che dalla cucina oltrepassa la sala: operazione riuscita!

PICT0599

Ed ecco nella cucina/living il raggio di sole che inseguo come un girasole!

PICT0602

PICT0603

PICT0604